Ricetta del Concerto, la tradizione di un liquore centenario della Costiera Amalfitana

Il Concerto è uno dei liquori più antichi della Costiera Amalfitana. Nasce tra le colline di Tramonti, polmone verde della Divina, ed è composta da un insieme di ben 15 erbe. Alla tradizione del Concerto gli abitanti, anziani e non solo, del paese collinare della Costa d’Amalfi sono molto legati.

La storia del Concerto

Si tratta di un distillato di erbe aromatiche scuro e molto denso, dalle spiccate proprietà digestive. La prima volta è stato realizzato nel Regio Conservatorio dei Santi Giuseppe e Teresa, nella frazione di Pucara.

Il nome deriva dal “Concerto” delle erbe e spezie utilizzare per la sua realizzazione.

Le religiose di Tramonti avendo a disposizione una grande varietà di erbe e spezie come liquirizia, finocchietto, chiodi di garofano, noce moscata, stella alpina e mentuccia, decisero di unire il tutto con l’aggiunta di orzo e caffè, creando così un liquore amatissimo.

Gli Ingredienti

25 gr. di anice volgare

15 gr. di anice stellato

15 gr. di cannella a stecca

10 gr. di chiodi di garofano

25 gr. di coriandolo

25 gr. di ginepro in bacche

25 gr. di sandalo rosso

20 gr. di calamo aromatico

1 noce moscata.

La Preparazione del Concerto

La realizzazione del Concerto prevede un periodo di lavorazione abbastanza lungo. Le diverse erbe vengono macerate e lasciate in infusione nell’ alcool per ben 40 giorni, insieme alla buccia di un limone.

Una volta pronto il preparato deve essere bollito con 4 litri d’acqua. Successivamente deve essere lasciato riposare per almeno due giorni e quindi va filtrato con un telo o una carta da filtro con cui foderare un imbuto.

A questo punto bisogna far sciogliere a fuoco basso una piccola quantità di zucchero e alla fine aggiungere il caffè. Successivamente l’infuso deve essere nuovamente filtrato e bisogna aggiungere l’orzo.

A questo punto mancano ancora 2 mesi prima di poter assaggiare il Concerto. Infatti dopo circa 60 giorni di risposo il composta deve essere nuovamente filtrato per evitare che eventuali residui, presenti sul fondo del contenitore, possano intaccare la qualità del prodotto.

In Costiera Amalfitana sono presenti diversi laboratori che producono il Concerto seguendo ancora la ricetta tradizionale, senza l’utilizzo del preparato acquistabile in farmacia o in erboristeria.

Per i turisti che visitano la Costiera Amalfitana assaggiare il liquore di Tramonti è un appuntamento irrinunciabile.