Salerno – Amalfi: Orari Sita e Traghetti

Percorrere la tratta Salerno – Amalfi è una necessità di tanti turisti e pendolari.

La Costiera Amalfitana si può raggiungerein due modi: su strada, percorrendo la Statale Amalfitana 163, oppure via mare grazie ai traghetti che collegano Salerno con Amalfi, Positano e Capri.

Come Raggiungere la Costiera da Salerno via Mare

La soluzione è preferibile in estate per evitare il traffico e per godere di maggiore comfort. I collegamenti via mare collegano la Stazione Marittima di Salerno alla Costa nel periodo primaverile ed estivo mentre non sono fruibili in inverno.

Per consultare gli orari, CLICCARE QUI: troverete tutti i dettagli.

Orari Sita Salerno – Amalfi 

La compagnia Sita Sud, operante nel settore del trasporto pubblico locale e urbano, garantisce numerose corse giornaliere che favoriscono gli spostamenti dell’intera Costiera Amalfitana.

L’azienda opera da svariati anni nel campo e attualmente non ha concorrenti, dal momento in cui è l’unica ad occuparsi del trasporto pubblico locale, garantendo la possibilità di viaggiare sia ai residenti sia alle centinaia di turisti che ogni anno giungo nelle nostre zone.

orari-sita-salerno-amalfi

Particolarmente importante risulta la copertura della tratta Salerno – Amalfi, dato che permette ai turisti che giungono alla stazione ferroviaria di Salerno di raggiungere senza grosse difficoltà la Divina.

La fermata per salire a bordo degli autobus Sita è situata proprio dinanzi alla stazione, agevolando il senso dell’orientamento di chi, giustamente, non sa come muoversi in un territorio che non gli appartiene.

La linea raggiunge i comuni di Vietri sul Mare, Cetara, Maiori, Minori, Atrani ed Amalfi da dove partono, poi, i bus per Positano e Sorrento.

Nel territorio comunale di Ravello, in località Castiglione (prima di Atrani, per intendersi), si trova l’omonimo bivio presso il quale è possibile raggiungere la Città della Musica: la fermata Sita Sud, infatti, è servita dalla corsa che, partendo da Amalfi, raggiunge proprio Ravello e la vicina Scala.

Il servizio risulta particolarmente importante proprio perché, come detto in apertura, rappresenta l’unico che mette in collegamento la stazione con la Costiera investendo cifre relativamente basse, soprattutto se paragonate ai costi dei servizi alternativi, come i taxi.

È possibile acquistare i ticket, che consentono di poter usufruire del servizio, presso le diverse biglietterie distribuite sulla zona. Per chi arriva alla stazione non sarà difficile, infatti, trovare al suo stesso interno il punto vendita fornito degli appositi tagliandi.

E’ essenziale munirsi di biglietto prima dell’arrivo del pullman dal momento in cui la compagnia Sita Sud non prevede la possibilità di acquistarlo una volta saliti a bordo.

I biglietti hanno differenti tariffe stimate in base ai chilometri percorsi ed ai minuti necessari per percorrere le diverse tratte, e vanno obbligatoriamente convalidati all’inizio del viaggio. La società, infatti, ha elaborato una serie di fasce, come la AC 2, per gli spostamenti da un comune all’altro.

Per evitare di cadere in errore è consigliabile chiedere al momento dell’acquisto del biglietto quale fa al caso proprio, scongiurando il pericolo di acquistarne uno che non consente di arrivare presso la destinazione prevista.

Mediamente è prevista una corsa all’ora che copre la tratta Salerno – Amalfi anche se nella stagione estiva i bus sono più frequenti.

Tutti gli orari possono essere controllati di seguito oppure sul sito dell’azienda, nell’apposita sezione dedicata all’elenco delle corse garantite.

Quest’ultime variano a seconda dei giorni settimanali, infatti durante quelli festivi essere risultano ridotte. Si presenta indispensabile, quindi, informarsi precedentemente per evitare di riscontrare difficoltà durante il viaggio.

Alleghiamo il file Pdf con le fasce orarie della tratta Salerno – Amalfi, comodamente scaricabile sul proprio smatphone.

Il servizio non si presenta rilevante esclusivamente per i turisti, ma anche per tutti coloro che ogni giorno si trovano nella condizione di dover viaggiare affidandosi al servizio pubblico.