Luci d’artista è una manifestazione culturale che parte da Torino con la prima edizione del 1998; da qui è giunta a Salerno, con la prima edizione nel 2006 in occasione delle festività natalizie: piazze e vicoli della città si vestono di luci nell’ottica di una vera e propria forma di arte.

Le luminarie di Salerno sono progettate da artisti contemporanei e hanno un alto valore scenografico, con un certo impatto visivo, oltre che nascondere valori fortemente simbolici e concettuali.

La storia delle luminarie

Le luci natalizie si sono vestite di arte nel 2006 a Salerno, dopo una fortunata serie di eventi nella città di Torino. Proprio a fronte di questa iniziativa, tra le due città nel 2009 si è realizzato un gemellaggio che ha portato ad uno scambio reciproco: parte delle luminarie esposte l’anno precedente a Torino sono state portate a Salerno insieme ad nuove opere realizzate appositamente per l’evento. Allo stesso modo la città piemontese ha ospitato diverse opere del comune campano. Questo scambio reciproco di opere d’arte luminose ha permesso uno scambio culturale, oltre che artistico, che ha unito le due cittadine per l’intero periodo nello spirito natalizio.

A Salerno l’evento del 2011 ha visto  la partecipazione di Nello Ferrigno, i cui pannelli luminosi, realizzati da una ditta torinese, sono stati scambiati proprio con la città del Piemonte: in questo modo il gemellaggio iniziato 5 anni prima è stato rinnovato.

Luminarie a Salerno: un viaggio nel cuore della Campania

La manifestazione attira ogni anno migliaia di curiosi e turisti, provenienti da tutta Italia ma anche dal resto di Europa. E’ l’occasione ideale per visitare, oltre che l’evento, anche la Costiera Amalfitana. Salerno, infatti, si erge tra la Divina e la piana del Sele: si sviluppa dal mare verso le colline, offrendo paesaggi memorabili. Potrebbe essere un’idea soggiornare in Costiera Amalfitana in occasione della manifestazione, così da poter visitare le meraviglie locali e gustarne sapori e odori, per poi godere della magia delle Luci d’Artista.

La zona è ricca in termini di storia, arte e cultura: da Paestum e Pompei, passando per la Costiera Amalfitana e Caserta, fino ad arrivare a Capri. Anche la stessa Salerno offre tante cose da vedere. Un tour della zona va assolutamente fatto, non fosse altro per capire e toccare con mano quanto viene descritto in libri, immagini e parole altrui. Da qui il passo verso le luci, per restare nuovamente a bocca aperta di fronte alla magia, è breve. Salerno sarà lieta di accogliervi.

La manifestazione si svolge nel pieno del periodo natalizio, a partire dal mese di novembre fino a gennaio circa. In questi giorni la città ospita una delle più suggestive esposizioni di opere d’arte. Piazze, giardini, strade e vicoli si vestono di arte e luce.  Ogni anno l’evento ha un tema particolare, che coinvolge ogni angolo della città con opere di artisti contemporanei. Lo scorso anno il tema era quello della foresta, così che Salerno è stata trasformata in un Giardino incantato, con protagonisti due personaggi delle favole particolarmente amati dai bambini:  Alice nel paese delle meraviglie e Pinocchio. Tutta la scenografia trova poi il suo apice nell’albero di Natale che ogni anno si erge in Piazza Portanova, conquistando grandi e piccini con la sua maestosità.

Un evento memorabile, da vedere almeno una volta nella vita e soprattutto una manifestazione da mostrare ai più piccoli, perché possano continuare a sognare nell’atmosfera natalizia, godendo di un clima mite e imparando a conoscere l’arte che rappresenta la nostra cultura. Anche attraverso opere d’arte realizzate con le luminarie natalizie siamo in grado di esprimere l’amore e la passione per il nostro territorio; la location, poi, a volte ci è di aiuto e in questo caso la città campana è senz’altro elemento essenziale della manifestazione artistica.