Ravello

Ravello è una delle destinazioni più suggestive di tutta la Costiera Amalfitana. È meno conosciuta di Amalfi e anche di altre località della zona, senza che questo però sia uno svantaggio.

RavelloA Ravello si continua infatti a poter vivere una vacanza tranquilla, nonostante l’importanza di molti eventi che hanno luogo proprio da queste parti e si riesce a vivere la Costiera senza l’assillo turistico che soprattutto in altra stagione colpisce gli altri centri.

Ravello è una delle perle autentiche delle coste campane e della zona dell’amalfitano.

Perché non scoprirla insieme a noi adesso, e poi organizzando una vacanza?

Come arrivare a Ravello – Dove si trova la Città della Musica?

Ravello è situata leggermente nell’entroterra, con la parte della costa che è invece occupata dalle frazioni di San Cosma e Castiglione. Arrivarci non è facile, dato che il paese si trova proprio tra Minori ed Amalfi.

Si può arrivare in auto da Nord, imboccando l’uscita di Vietri Sul Mare e poi risalendo lungo il percorso Cetara-Maiori-Minori.

Si può arrivare in auto anche da Sud, sempre imboccando l’uscita Vietri e poi risalendo sullo stesso percorso.

Per chi si trovasse invece già ad Amalfi nel corso della sua vacanza o della sua visita, non ci sarà che da viaggiare pochi chilometri per raggiungere questo bellissimo borgo della Costiera Amalfitana.

Cosa visitare e vivere a Ravello

Prima di presentare la lista di attrazioni e di posti da non perdere nell’area di Ravello, è bene fare una piccola premessa, che vale sia per questo piccolo borgo, sia in generale per la Costiera Amalfitana.

La Costiera dovrebbe essere infatti vissuta più che essere visitata, assaporando i profumi, i sapori, gli ambienti, il caldo del sole, vivendo un’esperienza che in Costiera è davvero unica, e assolutamente non replicabile in nessun altro posto del mondo.

Con queste premesse, muoviamoci attraverso le più interessanti attrazioni, monumenti ed esperienze che Ravello può offrire al turista.

Se vi appassionano gli avvenimenti passati, potete approfondire leggendo la storia di Ravello.

Il duomo di Ravello

Tra le diverse costruzioni storiche che insistono nell’area di Ravello, il Duomo non può che rivestire un’importanza fondamentale.

È una delle (ex) cattedrali più antiche d’Italia e la sua prima costruzione risale addirittura al 1086. Ha subito negli anni aggiunte e demolizioni e nella sua configurazione moderna presenta:

  • lo straordinario Ambone del Vangelo, di Nicola di Bartolomeo da Foggia, ad intarsi marmorei
  • subito di fronte all’Ambone del Vangelo, un altro notevole ambone sempre ad intarsi marmorei, che rappresenta la storia del profeta Giona.

All’interno della cappella seicentesca, che troverete a sinistra del presbiterio, è inoltre custodita l’ampolla del sangue di San Pantaleone, che proprio come quella di San Gennaro di Napoli si liquefà a cadenza annuale.

All’interno del Duomo di Ravello, oggi non più centro della diocesi che non esiste più, ma sede della parrocchia comunale, sono presenti inoltre due musei:

  • Il Museo dell’Opera, nella cripta della chiesa, che raccoglie urne cinerarie romane, reliquiari della prima epoca cristiana e antichi manufatti; altrettanto importante il busto di Sigilgaida Rufolo, dello stesso autore dell’Ambone del Vangelo.
  • La pinacoteca d’arte medievale e moderna: presenta quadri dal sedicesimo al diciannovesimo secolo, raccogliendo quadri che erano presenti nelle cappelle del Duomo. Opere importanti di Francesco Messina, Giovanni Filippo Criscuolo, Valerio Pilon.

Scopri 10 Cose da Fare in Costiera Amalfitana!

Villa Rufolo

Villa Rufolo è il vero gioiello di Ravello.

Una splendida villa, eccezionale sotto il profilo architettonico ed estetico, che contribuisce a creare una bellezza senza tempo che ha avuto modo di stregare praticamente chiunque sia passato da queste parti.

È questo il luogo che lascio d’incanto Wagner, che lo fece rifugio di meditazione.

La villa, che fu costruita dalla famiglia Rufolo intorno al XIII secolo, è un immenso patrimonio architettonico che costituisce ancora uno dei motivi principali che portano turisti italiani e stranieri a raggiungere Ravello.

Assolutamente da visitare gli ambienti più importanti della villa, tra i quali non possiamo che citare:

  • La torre di Ingresso: senza alcuna velleità di difesa, fu costruita esclusivamente per motivi estetici; le statue che rappresentano le stagioni sono uno dei particolari che più affascinano chi si arriva per la prima volta alla villa;
  • Il bellissimo chiostro: contornato di colonnine tortili, è uno dei pochi rimasti in stile Moresco;
  • La torre maggiore: la prima parte dell’intero complesso, che con la sua altezza era lì a significare la potenza della famiglia Rufolo. Si gode da qui di un’ottima vista, sia verso il mare che verso la montagna.
  • Il pozzo: Wagner ci intravide il suo Magico giardino incantato di Klingsor, prima rappresentazione reale delle sue visioni e del suo genio creativo;
  • L’incredibile Belvedere: un giardino che si affaccia verso oriente, che offre un bellissimo panorama su tutta l’area della Costiera;
  • La cappella: ospita durante tutto l’anno mostre d’arte importanti, anche di arte moderna. Prima di programmare la vostra visita a Ravello, controllate le mostre che saranno ospitate nella struttura durante il vostro periodo di permanenza; potreste trovare una bellissima proposta artistica ad aspettarvi.

Il museo del Corallo

Un grandissimo omaggio a quella che era la merce più preziosa che passava da Ravello. Un museo a testimonianza dell’importanza strategica di Ravello durante le epoche passate.

Il museo è aperto ogni giorno dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00, fatta eccezione per il fine settimana.

La terrazza sull’Infinito di Ravello

Un altro dei gioielli di Ravello.

Un terrazzo sospeso a 400 metri che permette di godere di una vista incredibile, sia verso la montagna sia verso il mare. Uno dei migliori belvedere di tutta la Costiera e un’ottima scusa per visitare anche l’attigua Villa Cimbrone. La vista copre dalla costa cilentana fino all’inizio della Costiera Amalfitana.

Vacanza in Costiera? Leggi la Straordinaria Guida “Vivo Qui da Sempre”

Villa Cimbrone

L’altra villa, senza che questo la ponga in condizione di subalternità con Villa Rufolo. Edificio storico di indicibile bellezza.

Fonte Foto: Villacimbrone.com

Oggi occupata da un hotel a 5 stelle, uno dei più conosciuti di tutta la Costiera, può essere comunque visitata nella parte del giardino da tutti, durante tutto l’anno.

Per arrivare alla Villa, una delle strade più caratteristiche e famose della costiera, che forse da sola si meriterebbe la visita.

Il Ravello Festival

Sono 65 anni che Ravello diventa inoltre teatro di uno dei festival musicali più importanti di tutta Italia. Ci si raduna nella prima settimana di Luglio fino in genere al termine del mese, con una serie di concerti di musica classica di assoluto prestigio, organizzati nei locali della splendida Villa Rufolo di cui abbiamo già parlato in precedenza.

Il programma, che si svolge in buona parte all’interno del magnifico Auditorium Oscar Niemeyer, è particolarmente fitto e negli ultimi anni ha cominciato ad includere anche musica più moderna, come concerti dei migliori Jazzisti a livello mondiale, nonché selezioni di musica folk straniera. Un’altra ottima ragione per visitare Ravello.

Perdersi nel borgo di Ravello

Ravello è borgo sottoposto alla tutela UNESCO, riconoscimento che è garanzia dell’assoluta straordinarietà del luogo.

Oltre a visitare i pur notevoli monumenti, parte della piacevolezza del nostro soggiorno a Ravello sarà data proprio dal borgo stesso.

Perdersi nelle strade, nei meandri di viuzze, nelle botteghe degli artigiani è forse il meglio che possiamo vivere a Ravello. Perché perdersi nel paradiso è l’esperienza più dolce.

Cosa comprare a Ravello?

Tutta la Costiera Amalfitana è anche luogo di elezione per lo shopping.

Non parliamo ovviamente del ripetitivo e stanco shopping nei centri commerciali, ma dell’autentica possibilità di portarci a casa oggetti tipici, che non possono essere trovati in alcuna altra zona d’Italia e che sono regali graditissimi, sia per i nostri affetti che non hanno potuto visitare con noi la costiera, sia che per noi stessi.

Tra gli oggetti più apprezzati le splendide ceramiche, vero marchio di fabbrica della costiera e che si presentano in diverse forme: oggettistica di primo livello, piatti, oggetti da cucina, vasi, sottovasi decorativi e anche piastrelle.

Molto sviluppato anche l’artigianato orafo, l’artigianato che lavora conchiglie e prodotti del mare, nonché come nel resto della Costiera, la gastronomia locale, qualcosa davvero da non lasciarsi scappare.

Come muoversi a Ravello?

Ravello non deve necessariamente essere l’unica destinazione del vostro tour. Si trova in una posizione strategica, a metà strada tra Maiori e Amalfi e può essere di conseguenza un’ottima base strategica dalla quale partire per sortite al mare, in montagna e nel circondario.

Spostarsi verso Amalfi, Minori, Maiori, Vietri è particolarmente facile, muovendosi anche con il trasporto pubblico. Per approfondire, vi suggeriamo di visitare la pagina dedicata agli spostamenti in Costiera Amalfitana in cui troverete tutte le informazioni necessarie.

Dove Dormire a Ravello

L’offerta turistica di Ravello e della Costiera Amalfitana è ampia e variegata: in questo angolo di paradiso si trovano alcuni degli hotel più belli al mondo con una qualità molto alta dei servizi.

Un gran numero di B&B e case vacanze, poi arricchiscono la proposta per il viaggiatore. Cerca con CostieraAmalfitana.com la struttura più adatta a te!